Città dell'energia

Nella primavera del 2020, in piena emergenza Covid, il Comune di Airolo è diventato la 456° Città dell’energia a livello svizzero, per il Ticino quella più a nord.

Cosa distingue Airolo dalle altre centinaia di Città dell’energia di tutta la Svizzera? Lo dice già lo slogan scelto per personalizzare il nostro logo Città dell’energia: “progetti concreti per l’ambiente”. La lista di questi progetti, che in gran parte sono pure già stati realizzati, è molto lunga.

Tra questi citiamo la rete di teleriscaldamento, di cui venerdì 2 ottobre 2020 è stata inaugurata la nuova centrale termica alla presenza del Presidente del Consiglio di Stato Norman Gobbi.

L’inaugurazione della centrale è stata pure l’occasione per consegnare ufficialmente al Comune il label Città dell’Energia da parte di Ulrich König, “Ambasciatore Città dell’energia” e già Direttore dell’Associazione dei Comuni svizzeri.

Tra i tanti progetti da noi realizzati annoveriamo anche quello di una micro-centrale in zona Foppa Grande, che va ad aggiungersi alla centrale Calcaccia e alle centraline Rovascia e Ghiacciaia, già in funzione da anni. Sempre per la produzione elettrica da fonti rinnovabili non va naturalmente dimenticato il Parco eolico del San Gottardo, al quale partecipiamo e che è stato messo in servizio lo scorso autunno.

E siccome le Istituzioni sono tenute a dare il buon esempio, è doveroso citare il piano di risanamento energetico degli stabili comunali, già adottato per la palestra e in procinto di esserlo per la Casa comunale, ai quali seguiranno altri edifici pubblici.

Incentivi

Comunali

Riattazione di stabili a uso primario
Con l’obiettivo di salvaguardare le costruzioni già presenti ad Airolo, il Comune ha deciso di voler rendere attrattivo il rinnovo e la ricostruzione di edifici presenti sul territorio (tramite l’adozione di un’ordinanza da parte del Municipio). Questo avviene tramite la concessione di un credito corrispondente al 3% della spesa netta dei lavori di riattazione, fino ad un massimo di Fr 9'000.- per ogni edificio abitativo.

Per poter ottenere il finanziamento bisognerà semplicemente compilare il modulo, che sarà in seguito esaminato dall’Ufficio tecnico comunale, che emanerà un avviso per il Municipio, a cui spetta la decisione finale per la concessione del credito.

Abbonamento Arcobaleno per giovani fino a 20 anni
Il Consiglio Comunale e il Municipio hanno deciso di contribuire al 50% delle spese per l’acquisto degli abbonamenti per i mezzi pubblici per i giovani in formazione post – obbligatoria, e questo fino all’età di 20 anni, e fino ad un massimo di Fr. 500.- per abbonamento. Il contributo è vincolato dall’obbligo di domicilio nel comune di Airolo.
Per poter beneficiare del rimborso basterà compilare il modulo e consegnare presso la Cancelleria Comunale negli orari di apertura, una copia dell’abbonamento e/o della relativa ricevuta di pagamento.

Pompe di calore
Il Municipio ha deciso, come sostegno allo sviluppo e all’utilizzazione di fonti energetiche rinnovabili, di incentivare l’uso di un sistema di riscaldamento con pompa di calore, fornendo (per tramite dell’Azienda Elettrica Comunale) un contributo forfettario all’installazione. Per poter approfittare dell’incentivo, bisognerà compilare il modulo, che verrà in seguito esaminato per verificare che adempia a tutti i criteri richiesti. L’ammontare del contributo varia dal tipo di riscaldamento e dall’utilizzo dello stabile riscaldato.
L’Azienda Elettrica offre inoltre delle tariffe agevolate per l’energia utilizzata dalle pompe di calore.

Cantonali

Programma promozionale 2011 – 2020
Le condizioni e l’ammontare degli incentivi nell’ambito del programma promozionale 2011 – 2020, si basano sul decreto esecutivo del 6 aprile 2016 (con modifiche del 16 ottobre 2018), che ha come obiettivo quello di promuovere misure in ambito energetico come edifici con standard Minergie, impianti solari termici su edifici già esistenti, reti di teleriscaldamento, etc.
Gli incentivi possono essere ottenuti dopo inoltro del modulo specifico, tra i vari proposti, prima dell’inizio dei lavori (quest’ultimi non potranno cominciare prima di aver ricevuto la decisione di concessione dell’incentivo da parte del Cantone). Una volta terminati i lavori, è necessario compilare il modulo di fine lavori relativo all’incentivo concesso, sempre allegando la documentazione necessaria richiesta.

Fondo energie rinnovabili (FER)
Questo fondo ha lo scopo di contribuire al finanziamento degli impianti che producono energia grazie alle fonti rinnovabili, ma anche progetti di ricerca, studi, consulenza e attività nell’abito dell’efficienza energetica.

I contributi sono destinati a impianti di tipo

  • fotovoltaici;
  • piccole centrali idroelettriche;
  • eolici;
  • geotermici di profondità;
  • a biomassa.

Per richiedere l’incentivo basterà compilare il formulario corretto tra i vari proposti, stampare e firmare il documento ed inviarlo con gli allegati richiesti all’ufficio competente.

Federali

Programma Edifici – risanamento edifici: tetto, pareti, pavimenti e finestre.
Grazie al risanamento energetico è possibile ridurre di oltre la metà il fabbisogno termico di un edificio. Grazie al Programma Edifici è possibile ottenere delle sovvenzioni per interventi strutturali che avranno delle conseguenze in termini di risparmio energetico.

RIC (Swissgrid) – sussidi per impianti fotovoltaici, geotermici, a biomassa, idroelettrici ed eolici.
Dopo l’entrata in vigore della nuova legge sull’energia il 1° gennaio 2018, Pronovo (società controllata interamente da Swissgrid) ha il compito di gestire, su incarico della Confederazione, la rimunerazione per l’immissione di energie a copertura dei costi (RIC), che ha come scopo quello di rimborsare la differenza di prezzo tra i costi di produzione dell’energia ed il costo di mercato. Per i piccoli impianti viene invece fornito un contributo pari a circa il 30% dell’investimento.
Per tutte le informazioni e domande consultare il sito Pronovo SA.

ProKilowatt
Lo scopo di ProKilowatt è quello di concedere aiuti finanziari a programmi, progetti e singole misure che hanno come obiettivo di diminuire il consumo di energia elettrica. Grazie a delle gare pubbliche, i richiedenti hanno la possibilità di esporre le loro proposte, che verranno poi valutate tenendo in conto vari criteri.

Effiboiler
Grazie al programma è possibile ottenere un contributo di Fr 450.- per la sostituzione di boiler elettrici con boiler a pompa di calore Effiboiler.

 


Contatti

Albo

Sportello Online

Mappa

Segnala evento

Meteo
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Cookie policy OK