Arrivo nel Comune

Le persone che intendono prendere domicilio nel Comune devono presentarsi personalmente presso l'Ufficio controllo abitanti entro 8 giorni dall'effettivo arrivo.

Documenti da presentare:

  • passaporto o carta d'identità;
  • permesso per stranieri;
  • dichiarazione di appartenenza a una cassa malati riconosciuta;
  • contratto di locazione;
  • sentenza di separazione / divorzio (se separato/divorziato);
  • libretto di servizio militare o PCi (per i cittadini svizzeri, se incorporati);
  • atto d’origine originale (se cittadino svizzero che arriva dall’estero o da un altro Cantone).

Ricordiamo di informare della propria partenza l’Ufficio controllo abitanti del Comune di domicilio precedente.

Partenza dal Comune

Le persone che desiderano trasferirsi al di fuori del Comune, e di conseguenza trasferire il proprio domicilio, sono tenute ad annunciare la partenza. Quest'ultima deve essere inoltrata presentandosi personalmente all'ufficio controllo abitanti entro 8 giorni dall’effettiva partenza; oppure inviando l’apposito formulario di partenza. È fatto obbligo di indicare l'indirizzo preciso di destinazione, sia in Svizzera che all'Estero.

I cittadini svizzeri devono consegnare anche il libretto di servizio militare o PCi, se incorporati.
Ricordiamo di presentarvi all’Ufficio controllo abitanti del nuovo Comune di domicilio per notificare l’arrivo.

Cambiamento di indirizzo all'interno del Comune 


Il cambiamento di indirizzo all'interno del Comune deve essere notificato all'Ufficio controllo abitanti entro 8 giorni dal cambiamento di indirizzo, oppure inviando l’apposito formulario, unitamente alla copia del contratto di affitto.

Disposizioni per i locatori – Arrivi e partenze inquilini

Entro 8 giorni dall’entrata in vigore del contratto d’affitto, i locatori e gli amministratori devono notificare l’arrivo, la partenza o un eventuale cambio di appartamento all’interno dello stabile. Lo stesso obbligo di notifica vale anche per gli arrivi o partenze di terze persone (ospiti di lunga durata, coinquilini o subaffittuari) presso gli inquilini.

Autorizzazioni di soggiorno

In casi particolari e a determinate condizioni è possibile soggiornare temporaneamente in un Comune pur mantenendo il domicilio altrove. Di regola il periodo di soggiorno è limitato ad un anno.

Cittadini stranieri

Sono tenuti ad annunciare il loro arrivo, partenza, ecc. anche all'Ufficio della Migrazione tramite la procedura online.


Contatti

Albo

Sportello Online

Mappa

Segnala evento
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Cookie policy OK