Home
 » L'azienda 

Breve storia

Nel 1890, l’Associazione per l’illuminazione elettrica di Airolo iniziò a gestire una piccola centralina per la produzione di energia elettrica. Si trattava della prima fonte per l’illuminazione del comune di Airolo.

Nel 1921, in seguito al continuo aumento della domanda di energia elettrica, il Comune di Airolo decise di costruire un impianto proprio, costituendo l’Azienda Elettrica Comunale di Airolo (AECA).

La messa in esercizio dell’impianto avvenne nel 1923, con una potenza installata di 950 kW e una produzione media annua che si attestava intorno ai 4.8 GWh.

Nel 1974, in considerazione della vetustà dell’impianto, il Comune ne decise il completo rifacimento.
Nella primavera del 1976, con la messa in funzione della nuova centrale, si completavano la prima e la seconda tappa di ricostruzione dell’impianto. Grazie ai lavori di rinnovo e potenziamento, la potenza disponibile aumentò da 950 a 2’200 kW e la produzione media annua raggiunse i 7.5 GWh.

Nel frattempo, l’azienda procedeva pure con la messa in cavo di tutta la rete di distribuzione sul proprio territorio e all’eliminazione delle cabine su palo, aumentando notevolmente la sicurezza di approvvigionamento soprattutto durante l’inverno.

La terza tappa di costruzione dell’impianto Calcaccia, realizzato negli anni 1986-87 e comprendente la captazione e l’adduzione del torrente Calcaccia (da cui l’impianto prenderà il nome), nonché l’ulteriore potenziamento della centrale, ha permesso di raggiungere una potenza installata di ca. 3'600 kW e una produzione media annua di 13 GWh.

Nel 1996 è poi stata realizzata la prima centralina idroelettrica su acquedotto situata presso il bacino principale dell’acqua potabile. Con una potenza di 100 kW e una produzione annua di 0.3 GWh essa contribuisce a coprire una piccola parte del fabbisogno dell’azienda con energia rinnovabile certificata Nature Made Star.

Nel 2012 è stata invece messa in servizio la centralina Ghiacciaia per conto dell’azienda acqua potabile comunale. La sua potenza è di 260 kW e la sua produzione media annua di ben 1 GWh. La centrale idroelettrica su acquedotto sfrutta l’acqua potabile in esubero presso la camera del Motto Bartola e il relativo salto di 370 m.

Messa in servizio parzialmente a fine 2018 e definitivamente a luglio 2019, la centralina Foppa Grande dell’azienda acqua potabile comunale fornisce anch’essa energia elettrica rinnovabile sfruttando l’acqua sorgiva della zona di Fieud e il relativo salto di 380 m fino al Motto Bartola. Con 150 kW di potenza e una produzione annua prevista di 0.35 GWh darà anch’essa il suo contributo alla nuova strategia energetica federale.

A novembre 2019 è stata messa in servizio la nuova centrale termica alimentata a cippato di legno nei pressi delle scuole comunali. Da allora l'azienda elettrica comunale distribuisce pure calore termico a diversi stabili comunali e alcuni stabili privati tramite una nuova rete di teleriscaldamento. La rete, tuttora in sviluppo, permetterà di alimentare numerosi stabili nella zona centrale del nucleo di Airolo. L'attuale caldaia da 550 kW di potenza nominale è munita di un elettrofiltro che abbatte buona parte delle emissioni di polveri fini e potrà essere affiancata da una seconda caldaia in caso di maggiore fabbisogno energetico.

Azienda elettrica Airolo
Video Azienda elettrica Airolo
Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie tecnici ed a fini statistici e di marketing.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy. Clicca qui per modificarla o Clicca qui per chiuderla.